30.12.11

Le Classifiche de Il Buio in Sala (1/5): 10 gioielli nascosti

Come ogni blog che si rispetti a fine anno c'è il piacevolissimo obbligo di cercare di convogliare tutto il meglio e il peggio dell'appena conclusa stagione cinematografica nelle attesissime (??) classifiche.
In ognuna di queste cercherò di fornire delle piccole linee guida atte a capire il criterio di selezione adottato.
La prima che propongo è una carrellata di piccoli film, praticamente nessuno mainstream, che per un motivo o per l'altro meritano a mio parere almeno un'occhiata. Sono film di cui alcuni soltanto che per un pelo non sono entrati nei fantastici 15. Come avviene sempre per le mie classifiche io me ne frego dell'anno di produzione, sono le MIE visioni 2011.
Ah, dimenticavo, qua non c'è classifica, solo una normale rassegna. Rassegna di cui sono abbastanza orgoglioso perchè abbraccia tanti generi e stili.
Come sarà in tutte le altre classifiche, i link rimandano alle mie recensioni.



Risultati immagini per calvaire movie poster

  Visto il 1° gennaio 2011, non poteva farmi cominciare meglio un anno di straordinarie visioni.
Gioiello nerissimo, piccola produzione belga, un film allucinato e allucinante, coraggioso, fastidioso e di un'originalità incredibile.
Un pò Psycho un pò Rebecca la prima moglie ambientati nel desolante scenario della campagna belga. Psicologicamente fortissimo presenta una delle scene più assurde che abbia mai visto in vita mia, quella della danza nel bar.



 Risultati immagini per dead set movie poster 

 Una settimana dopo Calvaire mi imbatto in questa miniserie televisiva inglese assimilabile in tutto e per tutto a un lungo film. Credo fortemente che sia quanto di meglio il cinema e il piccolo schermo abbiano offerto in questi ultimi anni in fatto di morti viventi. Qui l'epidemia scoppia fuori dagli studi del Grande Fratello inglese. I ragazzi della Casa, inizialmente ignari di tutto, piano piano saranno coinvolti nell'apocalisse. Grande originalità, gran ritmo, grandi effetti, grandi attori e una cattiveria, un cinismo, che probabilmente dall'altra parte dell' Oceano non avrebbe portato a quello splendido finale.



 Risultati immagini per persepolis movie poster 

 Probabilmente è il film più conosciuto presentato in questa rassegna. Questo non significa che consigliarlo una volta in più faccia male...
Cartone tanto stilizzato e semplice nel tratto quanto grande e profondo nelle tematiche trattate sa regalare momenti di divertimento assoluto, altri di pura poesia (i petali della nonna), altri ancora di profonda riflessione. Biopic assolutamente sui generis, è un omaggio alla memoria e all'attaccamento, malgrado tutto, alle proprie radici che ha pochi eguali nella cinematografia moderna.



 Immagine correlata 

 Questo chiamarlo piccola produzione è anche troppo. Location racchiuse in pochi km quadrati, 4 attori di cui uno è lo stesso regista e soltanto una piccola grande idea. Uno dei film più intelligenti visti quest'anno, un viaggio attraverso il tempo e all'ineluttabilità del proprio destino. Si resta affascinati e allo stesso tempo kafkaniamente turbati. Piccolo esempio di come si possa far qualcosa di grande senza avere una lira in tasca. Per chi amava tanto i telefilm della serie "Ai confini della realtà".



Risultati immagini per mean creek movie poster 

Uno Stand by me più secco ed asciutto. Un piccolo gruppo di ragazzini con tutta l'immaturità, la dolcezza, l'istintualità e la cattiveria che solo quei difficilissimi anni dell'adolescenza possono nascondere. Poi, d'improvviso, il vis a vis con la morte e col senso di colpa. Diventare adulti in un giorno e scoprire che tornare indietro in certi casi non è possibile.
Quei ragazzini seduti ognuno diviso dall'altro sulla spiaggia hanno lasciato la propria innocenza nella barchetta in mezzo al lago.



 Risultati immagini per nicolas e i suoi genitori 

Finalmente un pò di leggerezza!
Il mondo degli adulti visto dai bambini, una pellicola così spensierata, dolce e divertente che sarebbe un delitto non vedere almeno una volta. Nicolas e i suoi amici sono spettacolari, alcune gag irresistibili. Si vede la matrice francese, sembra di assistere, fin dai titoli di testa, ad un Amelie sul mondo dei bambini.
Commedia degli equivoci rivista in una chiave completamente nuova e divertente.
Per una famiglia non c'è niente di più adatto.



 Risultati immagini per at the end of the day film 

Mi sono attirato dietro un pò di critiche per la recensione forse troppo entusiastica a questo prodotto italiano. Il problema è che l'essermi ritrovato in sala un film di questo livello proprio non me l'aspettavo. Componenti tecniche di altissimo livello, location perfette, una colonna sonora coi controcazzi e un ritmo che non cala mai. L'unico problema del film di Alemà è l'essere italiano perchè altrimenti lo considereremmo al livello di tante produzioni horror-survival europee. Storia cruda e cattivissima, da vedere assolutamente.



 Risultati immagini per il pranzo di ferragosto 

Una casa, una telecamera e quattro ultraottantenni (minimo...), questo è bastato a Gianni Di Gregorio per tirar fuori una perla di semplicità acclamata sì da tutta la nostra critica ma colpevolmente dimenticata dal pubblico. Film che nella sua semplicità nasconde un coraggio incredibile, nella sua genuinità una (quasi) spietata critica al nostro mondo che più va avanti più vuole fare a meno dei vecchi.
Guardatele ste 4 vecchiette perchè almeno due di loro sono qualcosa di irresistibile.
E Gianni è sì un bamboccione di 60 anni, ma con un cuore grande così.



Risultati immagini per la banda film

In questo elenco ho parlato tanto di semplicità, dolcezza, leggerezza. Beh, tutte qualità riscontrabili anche in questo piccolo grande film egiziano. Probabilmente esagero, ma il personaggio del Generale è uno di quelli in assoluto che più ho amato in questa stagione cinematografica, talmente dolce e misurato, dignitoso ed orgoglioso che ti entra nel cuore senza che faccia praticamente nulla. Lasciamo perdere la cornice del film, la questione israeliana, prendiamo il film per quello che è, un piccolo racconto fatto di uomini, solidarietà, amori mancati, musica e sensi di colpa.
E un concerto da fare.
Per ridere malinconicamente.



Risultati immagini per the troll hunter poster

Qualcosa che non si era mai visto prima. Un film d'avventura, un soft horror che per la prima volta nel cinema mette in primissimo piano i troll, la leggendaria e affascinantissima creatura che imperversa nei bochi nordici. Un'idea geniale di sottofondo (la partecipazione del governo norvegese), creature una diversa dall'altra realizzate in maniera strepitosa, alcune scene incredibili ed anche una piccola valenza culturale, raccontare a tutto il mondo credenze, miti e tradizioni che sono patrimonio di un popolo.

Divertente, avventuroso, a volte anche inquietante. Un cult.

16 commenti:

  1. Che bella carrellata, sei riuscito davvero ad incuriosirmi molto; di tutti questi ho visto solo La Banda (e concordo con la tua recensione).

    Mi piace il tuo spaziare di genere in genere, senza pregiudizi. :-)

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio ma...non è vero. Nel senso che di pregiudizi ne ho tanti, evito come la peste i sentimentaloni, vedo con molta fatica le commedie, scanso accuratamente tutto il cinema degli effetti speciali e dell'action.

    Per il resto (c'è rimasto qualcosa?) vedo di tutto. :)

    No, però sti 10 sono molto eterogenei, è vero.
    Solo un caso.

    Un saluto alla nuova lostina.

    RispondiElimina
  3. The Troll Hunter lo avrei messo al primo posto :P Comunque concordo, sono tutti interessanti!

    RispondiElimina
  4. Wayne, ma come specificavo questa non è una classifica, solo una rassegna.
    E se vuoi proprio saperlo The Troll Hunter tra questi è quello che ha rischiato di entrare di più tra i migliori 15 film dell'anno, quelli sì messi in classifica.
    Quindi la penso come te...

    Buon anno!

    RispondiElimina
  5. Dae, ottime proposte.
    Alcune sono decisamente apprezzate anche dalle mie parti.
    Proporre cose non conosciutissime è uno dei grandi pregi della blogosfera.

    Un appunto per Biancaneve, che ormai mi vedrà come il fumo negli occhi: ho letto Lost? Buona visione!
    Direi che sarai pronta a bersagliare anche il mio omonimo Sawyer! ;)

    RispondiElimina
  6. Ti rispondo io per Biancaneve.
    Lost l'ha già finito e possiamo dire che anche lei è caduta nella rete.
    Per il resto al limite ti risponderà lei.

    RispondiElimina
  7. a parte persepolis e nicolas che avevo visto già e calvaire, dead set e at the end... (dio, come mi ricorda keanu reeves la tipa della locandina) che non vedrò probabilmente mai, gli altri li ho conosciuti grazie alle tue recensioni. quindi mersì messiè. sei prezioso!

    :-)

    RispondiElimina
  8. certo certo, però un film che è affiancato al numero 1 fa sempre il suo effetto :)

    RispondiElimina
  9. Ciku: io un'occhiata la darei anche a quei 3, alla fine uno è un drammatico (Calvaire), un altro un thriller (quello con Keanu Reeves) e solo l'ultimo un horror sì, ma talmente particolare che vale la pena.
    Grazie di tutto. Le classifiche ancora son tante però, rimani sintonizzata.

    Wayne: ah ah, hai ragione. Però l' 1 vicino ce l'ha lo stesso...
    No, in realtà, e non l'ho specificato, sono in ordine cronologico.

    RispondiElimina
  10. ottima rassegna! Los Cronocrimenes è un vero gioiello così come Dead Set e Calvaire.
    Mi tocca vedere Troll Hunter.

    RispondiElimina
  11. @ Mr. James Ford

    Al massimo ti vedo come il fumo nero :-D

    (scherzo, ovviamente).

    Non porto rancore. Anche se siamo distanti mille miglia a proposito delle tematiche su cui abbiamo discusso sul tuo blog, questo non significa che io pensi male di te come persona.

    Un po' come succede in Lost, bene e male, buono e cattivo, sono solo concetti limitati e contingenti che si compenetrano a vicenda. ;-)

    Purtroppo ho già finito di vederlo, e lo dico con sommo dispiacere perché è stata un'esperienza fantastica che vorrei ripetere all'infinito (ma suppongo che, al contrario di quello che accade in Lost, tornare indietro nel tempo non si possa).

    Sawyer è uno dei miei personaggi preferiti: inizialmente mi stava un po' antipatico, è vero, ma poi si è rivelato (perché, come dice Laura Dern in Inland Empire: "le persone non cambiano. Si rivelano") nella sua essenza e l'ho molto amato. Come ho amato ognuno di loro, persino il "cattivone" Ben, in realtà personaggio complessissimo.

    E, soprattutto, ora ho finalmente capito da dove viene il tuo nick ;-)

    Buon anno, a te, a Oh Dae-Soo e a tutti i lettori del blog.

    RispondiElimina
  12. Biancaneve, per una volta mi tocca non discutere con te! ;)

    Mi è piaciuta molto la frase sul "rivelarsi": concordo, e oltretutto Sawyer ha avuto un inizio difficile anche con me, nonostante sia ora uno dei personaggi del piccolo schermo che ho amato di più in tutta la mia vita di spettatore.
    Nick e carriera criminale a parte, poi, io e il buon James Ford originale abbiamo avuto parecchi punti di contatto, dalle fasi più "selvagge" a quelle di tranquillità.
    Buon anno anche a te.

    RispondiElimina
  13. Buon Anno a te!

    Giuro che non sapevo niente della vostra discussione, potrei sapere dov'è per capirci qualcosa?

    RispondiElimina
  14. Ciao Frank! (avevo saltato il messaggio)

    i 3 che citi (anzi 4, compresi i troll) sono proprio quelli a cui tengo più, se non altro perchè i più originali e particolari.
    Gli altri sono tutti bellissimi film ma di generi abbastanza catalogabili.

    Auguri!

    RispondiElimina
  15. Di questi ho visto solo Troll Hunter e sono d'accordissimo con te.. quasi per caso lo avevo visto tra l'elenco di film a noleggio, mi ha incuriosito l'ho preso e mi ha piacevolmente stupito. Credo che ora mi guarderò un paio degli altri, di alcuni già avevo un leggero sentore di buono e ora sono ancora più convinto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pio, non conosco i tuoi gusti altrimenti su questi 10 ti indirizzerei senz'altro su qualcosa. Fidati dell'istinto!

      (comunque non sei il famoso Pio di filmscoop vero?)

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao