22.7.09

Recensione: "Franklyn"


Risultati immagini per franklyn film poster

Non legga chi ha intenzione di vederlo. Recensione molto molto difficile. Allora, quello che è sicuro è che il regista(anche sceneggiatore del film) dimostra alla sua opera prima tecnica, talento e visionarietà. La darkissima Città di Mezzo del film (una sorta di realtà parallela di Londra) è esteticamente notevole e il senso dell'inquadratura molto forte. Il film però cos'è? La trama è impossibile da spiegare in poche righe se non limitandosi a dire che segue le vicende di 4 personaggi, 3 nella Londra normale e 1 nella Città di Mezzo, che in qualche modo collimano nel finale. La Città di Mezzo non è reale (come si intuisce da subito) ma è la proiezione mentale di un ragazzo che in realtà vive insieme agli altri 3 nella vera Londra ed è fortemente legato ad uno di loro (non vi dico tutto). Chi sono gli altri 3? Una ragazza con tendenze suicide, un padre che cerca suo figlio e un ragazzo che insegue l'amore d'infanzia. Il film aveva un potenziale enorme oltre alla bellezza estetica. Durante tutto il suo svolgimento ci fa pensare, arrovellare il cervello su chi sia quello, chi quell'altro, come siano legati, cosa c'entri la città Fantasy e le sue vicende con le altre reali che accadono a Londra. 

Risultati immagini per franklyn film

Alcuni nodi, come quest'ultimo, vengono al pettine, altri no, o comunque non nel modo geniale che il film lasciava supporre. E' questo senso di irrisolto, di leggera faciloneria finale che mi ha lasciato perplesso, con la sensazione, devastante nel cinema, che il regista ne sappia troppo più di me (non come Inland Empire di Lynch...). Forse Franklyn, se sono riuscito a trovarvi una chiave di lettura, è un film sul superamento del dolore. Tutti i personaggi infatti hanno avuto un trauma infantile e cercano di superarlo; la ragazza probabilmente abusata dal padre da piccola vive una vita fatta di tentativi di suicidio; il ragazzo in cerca dell'amore d'infanzia ha perso il padre e da quel giorno vede una bambina immaginaria; il figlio ricercato dal padre ha perso la sua sorellina di 6 anni e si è creato un mondo tutto suo... (mi fermo). Padri, figli, padri, figli, probabilmente il film ha un forte ascendente psicanalitico difficile da cogliere. Rimane un Thriller fantascientifico (e psicologico al contempo) molto lento da seguire e molto difficile da capire, insomma, quelli che piacciono a me. Va visto assolutamente una seconda volta e quella sancirà l'odio finale per non averlo capito appieno, o l'amore assoluto per un film che ha tutto, fuorchè l'esser banale.


( voto 6,5 )

7 commenti:

  1. La genialità di questo film è che, nonostante si rimanga perplessi o arrabbiati perchè il regista non concede un finale certo e chiaro, ogni persona che guarda il film può alla fine o durante immaginare (come nel film) una storia per completare quest'ultimo o per completare la vita di ogni personaggio......Il film secondo me concede anche un certo odio verso la società e la milionarità di religioni o "credenze" nel mondo di oggi, infatti ogni città del pianeta potrebbe essere una città di mezzo dove ognuno ha la propria "credenza" e chi non ce l'ha viene visto, anzi non viene visto o considerato! Domani che film mi consigli? per questa sera sono stato accontentato anche se lo noleggero di nuovo con calma piu avanti.....Firmato David Ames!

    RispondiElimina
  2. Ti consiglio L'ONDA o LE CONSEGUENZE DELL'AMORE di SORRENTINO. In realtà ce ne sono un centinaio, ho detto i primi 2 a caso e magari li hai già visti. Comunque grazie degli interventi David "Ibra" Ames.

    RispondiElimina
  3. Come sempre arrivo in ritardo.
    Ho appena visto questo piccolo gioiellino e ne sono rimasto molto affascinato. Nonostante qualche scelta non entusiasmante io trovo che tutto quadri alla perfezione.
    Il film mette in scena la sofferenza, l'ossessione, la fragilità dell'animo umano. Ma anche lo sforzo che c'è dietro il superamento di tutto questo. Ritengo che tutto sia abbastanza ben congegnato e anche le 4 storie si risolvono in modo convincente.
    Anche l'apparente forzatura dell'incontro tra lui e lei nel finale che suggerisce un happy end, in realtà per me ha molto senso. Lei nella sua ricerca perennemente incompiuta si imbatte in lui (lo segue camuffandosi con una parrucca rossa) risvegliando il suo amore infantile (immaginario). Ma, ad un livello metafisico, questo trova una chiave di lettura molto poetica. Erano l'uno ciò che mancava all'altro per superare i propri drammi, anime gemelle (seppur a tinte fosche) che si sono cercate nella complessità dell'esistenza e si sono trovate soltanto grazie alla pazzia di Franklyn.

    Insomma tutto si mischia eppure tutto ha una propria consistenza.

    Come Giuseppe consiglia lo rivedrò senz'altro, ma la prima visione mi ha molto soddisfatto.
    Per me il voto è 7,5.

    PS: Giuseppe sicuramente il tuo palato è più raffinato del mio ma finora ho trovato i tuoi giudizi un po' severi. Con tutta l'immondizia che c'è in giro... ;P

    RispondiElimina
  4. Carissimo, il film è senz'altro da 7,5. Il fatto è che durante la visione più andavo avanti più pensavo di trovarmi difronte a un piccolo grande capolavoro ma, come ho detto, il finale mi è sembrato un pò troppo affrettato se paragonato alla straordinaria architettura psicologica e filmica messa su. Siccome ho il pregio-difetto di scrivere 1 minuto dopo la visione, questa piccola delusione mi ha portato a questo voto, ma 7,5 è senza dubbio molto più appropriato. Non lo avrei messo altrimenti nella tag "gioiellini da recuperare"... .Ottima la tua analisi. A presto!

    RispondiElimina
  5. presenta delle ingenuità che più che altro affibbio al fatto che il regista si trova alla prima opera. Nel complesso un film estremamente gradevole.

    RispondiElimina
  6. Piccolo giogliellino imperfetto. Come ampiamente scritto negli interventi precedenti presenta qualche lacuna e ingenuità ma resta veramente un film da scoprire e custodire nel cuore. Anche per me il voto numerico è 7,5. Pensa che ho anche comprato da poco il bluray e sto pensando di creare un contest sul mio blog per regalare la mia vecchia copia del DVD e condividere così con il fortunato questa piccola perla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te l'ho detto,sei la meglio.
      Peccato, poteva davvero essere un filmone coi controcazzi, anche se sarebbe comunque rimasto di nicchia lo stesso.

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao