24.10.13

Visti per voi (N°7)- JACOPO- recensione "Splatters, gli Schizzacervelli"

Settima puntata per la rubrica.
Jacopo è uno dei primi utenti "solo" lettori ad essersi affacciati nel blog.
Noi blogger lo sappiamo bene, gli utenti lettori puri sono quelli che danno più soddisfazione perchè sono fuori dalla "rete" che noi blogger instauriamo tra di noi per confrontarci, aiutarci, darsi consigli e, alcune volte, farci pubblicità. Non hanno un tornaconto, se commentano è perchè hanno da dire qualcosa.
Sono loro che rendono i nostri blog più interessanti perchè se ci scambiassimo opinioni solo tra di noi sarebbe un circolo chiuso molto meno stimolante.
E Jacopo ha un altro pregio, dice sempre cose intelligenti e se commenta lo fa per dire in maniera compiuta la sua.
Ecco Splatters.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------


La domanda principale è questa:
come fa uno di 36 anni appassionato d'horror e amante di tutti i film che hanno fatto la storia negli ultimi 30 anni in questo genere a non aver mai visto Splatters?
La risposta è solo una:
sono uno stronzo
Perchè una cosa è certa, dopo aver visto Splatters -e a sto punto meno male l'abbia visto così tardi- qualsiasi altro horror comic splatter della storia del cinema non può reggere il confronto.
Intendiamoci, il 3° film dell'allora 31enne Peter Jackson non è geniale e perfetto come potrebbe sembrare (vedremo perchè) ma è qualcosa di così tremendamente travolgente ed "ematicamente" impressionante che rappresenta senz'altro l'eccellenza nel suo sottogenere.
Pura pazzia.
Il citazionismo di Jackson è così evidente che nessuno si può incazzare e parlare di plagio. Le "indemoniate" buttare in cantina come nell'indimenticabile La Casa, la cena di Non aprite quella porta (qui talmente esagerata da avermi dato quasi la nausea), lo straordinario bebè zombie che richiama moltissimo il Chucky de La bambola assassina (uscito 3 anni prima), ovviamente tanto Romero, forse il Lynch di Eraserhead e chissà quanto altro.

Risultati immagini per splatters gli schizza cervelli gif

La magia di questo film oltre all'assoluta pazzia che lo pervade -chiara evidenza di una passione pazzesca per il genere di Jackson e soci- sta nell'impressionate, ripeto, impressionante qualità degli effetti speciali utilizzati. Alla barba degli effetti visivi di oggi imperanti nello splatter/torture, Jackson, o meglio Richard Taylor realizzano quelli che, senza vergogna, ritengo i migliori effetti splatter della storia del cinema, strepitosi, a volte fastidiosi da quanto è difficile vedere il trucco, geniali (penso alla faccia dimezzata appoggiata sul pavimento), originalissimi e uno diverso dall'altro.
E' un'orgia di membra, arti, frattaglie, sangue, corpi mutilati, una cosa strepitosa che ha il suo apice nell'incredibile carneficina finale.
Credo che il massacro con il tagliaerbe sia lo zenit del cinema splatter.
L'ironia è strepitosa, i personaggi indimenticabili anche se, purtroppo, dopo un inizio che appare geniale, il film ad un certo punto non ha più guizzi, non ha più trovate e si affida soltanto agli strepitosi effetti di cui sopra.
Un filino in più di sceneggiatura ed avevamo il capolavoro.

Risultati immagini per splatters gli schizza cervelli gif

La regia è pazza come il mondo che ritrae, non si contano le inquadrature sghembe, i movimenti di macchina impazziti, un uso del montaggio frenetico come non mai.
La mamma che cade a pezzi, il citato bebè, l'infermiera con la testa ribaltabile, lo zio obeso, c'è tanto, tanto.
Anche se, e lo dico perchè scrivo a 3 giorni dalla visione, è così tutto così esagerato, eccessivo, pieno di cose, che nel cercare di ricordarlo si mischia un pò tutto e ci si accorge che il film ti lascia solo tanti flash unici (di scene o personaggi) a discapito della struttura e della storia.
E' una bomba per gli occhi, niente cuore e niente testa per citare i 3 "sensi" che ricerco sempre come criteri di valutazione nei film.
Ma il cuore è dietro la macchina da presa.
E pulsa.
Magari poi l'avranno pure maciullato ma pulsava.

( voto 8 )

7 commenti:

  1. Film mitico, cult alla pari con Bad taste.
    Un Jackson così non c'è più, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bad Taste era l'altra proposta di Jacopo, a questo punto urge secondo recupero...

      Elimina
  2. boh, io sono una mosca bianca, ma a me sto film non è piaciuto, pur amando lo splatter, ma l'ho trovato fastidiosamente eccessivo in tutto, lo splatter mal dosato, ironia irritante (per me siam ben lontani dalla pungente e strepitosa ironia di un film di Chucky tanto x fare un esempio) e sinceramente mi annoia quando lo vidi.
    Preferisco bad taste se non altro li ce da ammirare l'impegno e i pochi mezzi che Jackson aveva a disposizione.
    Nel complesso non vado matto x questo regista, cioè la trilogia dell'anello mi piace, ma gia lo hobbit, king kong e amabili resti li trovo guardabili e nulla più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sta Myers, sei sempre molto personale nei giudizi, questa è solo una qualità.
      Io l'ho trovato strepitoso...
      E anche questo aveva mezzi risicati eh, non ti credere.

      Elimina
    2. indubbiamente tra questo è la classica megaproduzione hollywoodiana patinata e in cg, questo lo preferisco di brutto però boh non mi ha mai convito

      Elimina
  3. Wow! Grazie per l'ennesima bellissima recensione e per le belle parole... che onore!

    Concordo con tutto quanto hai scritto, il film non e' un capolavoro ma e' sicuramente un gioiellino da recuperare, divertente e impressionante e ancora validissimo dopo tutti questi anni.
    E' ancora un prodotto imperfetto: (credo) volutamente raffazzonato e goliardico, libero e anarchico; superiore a Bad Taste, il precedente film d'esordio, perche' più' "film vero" (il primo pareva ancora un esperimento, seppur notevole).
    Tra le innumerevoli citazioni del film mi piace ricordare quella di Psycho.
    Ancora grazie!

    Jacopo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma grazie a te!

      effetti speciali impressionanti, ero davvero stupefatto

      sì, immagino che Bad Taste sia molto più casalingo

      guarda, pubblico le recensioni anche in un altro posto e un utente mi ha detto
      "come hai fatto a non citare Psycho? l'aspetto della casa in cui vivono Lionel e sua madre, la stessa madre che è terribilmente castrante, nonchè lo stesso Lionel ricorda nell'aspetto Norman Bates, lo scheletro nascosto o anche la scena in cui Paquita scende in cantina scoprendo i cadaveri nascosti), non le hai notate?"

      non ci avevo proprio pensato, assurdo

      ma chissà quante altre ce ne sono...

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao