16.5.13

Visti per voi (N° 1): CIKU - Recensione "L' età dell'innocenza"

Nuova rubrica!
Ne ho aperte tante perchè mi piace aprirle e poi lasciarle perdere!
No, a parte gli scherzi, piano piano le porto avanti tutte, devo solo trovare continuità.
Tutte magari no ma gli Horror poco conosciuti, gli Abomini e Visti per voi senz'altro sì.
Anche perchè tra l'altro credo che quest'ultima sia la più stimolante.
Mi chiedete un film e io lo vedo e recensisco. Che culo eh? Come fate a non partecipare?
Comincio con Ciku perchè è la commentatrice numero 1 (intendo come quantità, la qualità lasciamo perdere,ah ah, mi conosci Ciku no?) e perchè tutti questi anni c'è sempre stata. Non so nemmeno che faccia abbia e l'età ma la considero una cara amica.
Voi proponete qui o in qualsiasi altro post un film da farmi vedere (magari controllate che non l'abbia già commentato) e io tipo una volta ogni settimana/due controllo le richieste e poi le "esaudisco" in ordine cronologico sulla base del numero di commenti del richiedente (che vedete qui a sinistra), così, giusto per avere un metodo. Poi magari arriveranno 1,2 richieste in tutto, non sarà difficile :)
Se possibile film recenti però, diciamo ultimi 25 anni, perchè il blog ha un'impronta molto moderna e andare ad aprire un nuovo fronte sul vecchio grande cinema non ha senso, sono anni che ci penso ma alla fine ho sempre lasciato perdere.
Ovviamente potete proporre anche boiate per farmi male, no problem.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Risultati immagini per the age of innocence movie poster

La rubrica non poteva cominciare in maniera più tosta...
Credo che soltanto qualsiasi Natale di Vanzina o un film su donne e motori come Fast and Furious possa risultarmi più pesante e indigesto di un film SENTIMENTALE (malgrado non mi si stato spacciato come tale dall'amica di cui sopra) e IN COSTUME.(qui siamo alla fine del 1800). Sì, anche un Twilight preferirei. Ma per amicizia si fa tutto e non mi sembrava bello farmi indietro alla richiesta di Ciku, che reputa questo L'età dell'innocenza come il SUO film, quello alla quale è più legata. Dovete sapere che la nostra Ciku oltre ad esser donna (e quindi sentimentale e sognatrice di natura) è anche un'attrice teatrale, quindi vittima perfetta di questo tipo di film.
Intendiamoci, qui siamo a livelli di grande cinema eh, uno Scorsese da battaglia e un manipolo d'attori di livello superlativo (Day Lewis e la Pfeiffer vi bastano?). Ed è indubbio che questo film rappresenti uno dei massimi livelli possibili per il genere.
Ma, se io a Ciku facessi vedere un horror splatterone che accadrebbe?
Che non ce la fa. Ecco, appunto.
No, a parte gli scherzi, il mio problema con questo film di Scorsese è dovuto all'eccesso di magniloquenza, di sfarzo, di grandeur che trasuda dapertutto. Nelle musiche, altisonanti e solenni come poche, nelle location, magnifiche ville e magnifici palazzi così riccamente arredati da chiedersi se c'è posto a sedere, nella regia, uno stillicidio di lentissime carrellate e panoramiche di corridoi, pareti, soffitti e chi ne ha più ne metta. Senza dimenticare i dettagli stretti di quel piatto, di quel quadro, di quel cibo, di quella posata o di quel sigaro, tutto è dannatamente "troppo". E non parliamo poi della voice off, lenta, prolissa e colta, evidentemente voce viva delle pagine del testo originale.

Risultati immagini per the age of innocence movie

 A volte tutte le componenti si mischiavano insieme con delle scene in cui la voce fuori campo raccontava qualche vicenda di conti e contesse mentre la regia piano piano andava, con musica trionfante, in panoramica su tutti i quadri della parete della meravigliosa villa.
O.k, ho faticato come un cane. Anche perchè io le vicende nobiliari proprio non le digerisco, credo che faticherei a rivedere anche Barry Lindon.
Scorsese ce l'ha questo come difetto, la sobrietà e il basso profilo non sa nemmeno cosa siano. Però se il suo ego in macchina da presa in certi tipi di film può funzionare, qua per me è una mazzata.
La storia in realtà è molto semplice. Sotto gli orpelli veri e cinematografici si nasconde la classica storia d'amore che non può essere vissuta per salvare un matrimonio quasi "concordato" tra le varie famiglie nobiliari. Anche se la terza incomoda in questo caso non è la solita poraccia ma la cugina della sposa, anch'essa nobile.
Pochissime scene madri, nessun colpo di scena, soltanto una bella storia d'amore scandita dal non detto. Tante le frasi che rimangono sospese. L'amore clandestino tra Archer e la Olenska è fatto di silenzi, probabilmente c'è sempre stato ma nessuno dei due è riuscito mai a confidarlo all'altro. E silenzio c'è anche tra Archer e sua moglie, May. Lui non riesce a confidarle che forse ama un'altra, lei forse ha capito tutto ma sacrifica il suo orgoglio per l'amore del marito. L'ultima mezz'ora l'ho trovata veramente buona. La figura di May finalmente viene fuori, sembrava una comprimaria ignara di tutto mentre forse non era così.

Risultati immagini per the age of innocence movie

Non nascondo di essere rimasto affascinato in più di una occasione: lei vestita di rosso, simbolo di passione e forse peccato, che entra nella sala in cui tutti gli altri sono vestiti di scuro; la splendida scena del faro fotografata in maniera straordinaria e carica di "tensione" sentimentale o la cena d'addio per la Olenska con quell'atmosfera così tesa perchè Archer capisce o crede di aver capito che tutti gli altri hanno sempre saputo e congiurato verso di loro.
Probabilmente se tutte le vicende fossero state ambientate nella New York di adesso sto film mi sarebbe piaciuto da matti perchè dietro l'immagine grandiosa racconta vicende umane semplicissime ma comunque importanti,delicate, sofferte. Ma i costumi mi bloccano.
Grandissimo cast,oggi ho scoperto quanto è bello vedere Daniel Day Lewis ridere, accade davvero raramente nei suoi ruoli.
Se non avete il mio problema guardatelo, ne vale la pena.

( voto 6,5 )




44 commenti:

  1. io vedo invece questa eccessiva cura del particolare, questa esplosione di colore ma sempre molto controllato e preciso, questa lentezza nei movimenti di camera come un modo per rendere quasi tangibile la rigidità e l'ottusità della società americana di fine ottocento che vive di maniera e si scaglia con forza contro ciò che non accetta. t'ho detto, per me è un film di una violenza devastante. dietro ventagli e sorrisi c'è putrefazione. tra primi piatti e mazzi di fiori c'è la ferocia di una classe sociale che non perdona il diverso, che vive di regole ferree ma che entra a teatro con l'unico scopo di controllare e criticare il comportamento altrui. archer è più rivoluzionario della olenska, secondo me, e non riesce a compiere il passo finale e a mandare tutti a fare in culo solo e semplicemente per senso dell'onore. e il personaggio di may è tremendo. le occhiate timide e ingenue che gli manda quando gli dice di essere incinta sono l'apoteosi della violenza psicologica a cui aveva sottoposto l'ignaro marito fino a quel momento. may dimostra di non essere minimamente il personaggio rassegnato e spento che sembrava ma di essere la degna rappresentante di quella società che lotta con ogni mezzo per mantenere l'ordine predisposto.

    poi vabè, ci sono i costumi, c'è l'aristocrazia, c'è l'amore e tu sei maschio ma solo per quel riflesso della finestra avresti dovuto metterti a singhiozzare come un vitello!

    6,5 un par di balle! insensibile! :D

    cmq apprezzo molto lo sforzo. davverissimo. ti devo una birra!

    (io li guardavo gli horroroni splatteroni eh! ne ho visti un sacco. è solo che credo di aver dato abbastanza. ah sì, se poi non sai cosa fare guardati quella porcheria di long time dead. ai tempi m'aveva fatto paurissima)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meravigliosa analisi Ciku, me lo fai rivalutare tutto :)

      No, a parte gli scherzi, fatico davvero a seguire film di questo genere, mi si appanna anche il criterio di giudizio. Pensa che ora non mi sovviene nemmeno il riflesso di cui parli... non mi menare.

      ma lo sai che ala fine gli splatteroni non piacciono nemmeno a me, ossia, mi piace guardarli ma di grandi film nemmeno l'ombra.
      Sono per il cinema d'autore sostanzialmente, lo sai.
      Gli splatteroni era solo per dirti un ambito in cui faticheresti alla visione, certo non li paragonavo ai capolavori di Scorsese.

      Però lo sai, credo di avere passione e onestà intellettuale, se ho rischiato di addormentarmi non posso negarlo.

      Ma davvero, la tua analisi è così bella che so benissimo che il problema sono solo e soltanto io.

      Non bevo birra, vai col thè alla pesca.

      Elimina
    2. il riflesso della finestra sul finale! il riflesso della vita che avrebbe potuto avere se lei si fosse girata!
      tsk... non meriti pietà...

      Elimina
    3. Cazzo, ma allora vuoi proprio umiliarmi eh...

      Ho rivisto adesso, certo che ricordavo, ma pensavo tu intendessi un riflesso di un volto o cose così, non del sole (che poi porta comunque a un volto ma vabbeh...).

      Però che significhi per forza aver avuto un'altra vita è una visione sentimentale che dai tu eh...
      I due le possibilità di provarci ce l'hanno avute, è mancato il coraggio.
      Che se lei si fosse girata sarebbero cambiate le cose non ci credo per niente.
      Però sì, magari lui in quel momento se lo sta immaginando.

      Sai quanto sono sensibile, pure troppo, piango sul trash.
      Ma qui non mi sono mai emozionato e non sai quanto mi dispiace.

      Elimina
  2. sei e mezzo? 6,5? SEI E MEZZO? ti insulto qui o vuoi che ti aspetto sotto casa? ( giusto dammi il tempo di arrivare! :))...ha ragione CIKU che neanche io conosco ma per me questo E' uno dei capolavori di Scorsese, al livello dei suoi film celebrati....lo sguardo è decisamente rivolto a Visconti, tu pensa che questo è uno dei pochi film che ho visto più volte al cinema ( 3 e ogni volta pagando il biglietto)....ora ti devo trovare un film di cui devi parlare...anzi te lo trovo subito Un cuore in inverno di Claude Sautet...lo hai mai visto e/o commentato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, sì sì, menami, me lo merito.
      Ma avrai letto che problema ho con questi film.
      Per il resto leggiti la risposta qui sopra a Ciku.

      Me lo segno il film, se non arrivano entro pochi giorni altri questo è il prossimo!

      (anche perchè sopra te ci sono solo James e Poison...)

      Elimina
    2. un cuore in inverno!!!
      grande bradipo! e con questo ci giochiamo dae soo...

      Elimina
    3. No, aspè, ho letto, non ha senso sta cosa, è puro sadismo.
      Ti prego Bradipo cambia, anche perchè è giusto diversificare i film su sta rubrica...

      Te prego...
      Amico...

      Elimina
    4. muahahahahahahahahah

      Elimina
  3. Ciao mi piacerebbe tanto se commentassi Le conseguenze dell'amore, che è forse il mio film italiano preferito. La CNN lo ha inserito tra i 10 film italiani più belli di sempre (ed è l'unico di questa classifica fatto dopo il 2000). non che questa classifica abbia la benchè minima rilevanza ma sai com'è...anzi spero che non sia un deterrente alla visione (anche se ci scommetterei le palle che l'hai già visto)
    e se proprio non puoi (o non vuoi) mi accontenterei di un altra pellicola altrettanto impegnata: giovannona coscialunga.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia il mio film italiano preferito del decennio 2000-2010...

      lo scrissi anche in una classifica sui film della decade.

      alla fine però non l'ho mai recensito,potrebbe essere l'occasione.

      Preferivo cose che non conoscevo così bene ma è lo stesso :)

      Elimina
    2. http://ilbuioinsala.blogspot.it/2010/09/i-piu-bei-film-del-decennio.html

      Elimina
    3. gran bella classifica (a parte per me quella martellata negli zebedei di the road)

      Elimina
    4. Martellata che ho preso sulle palle con immenso piacere :)

      Elimina
  4. Concordo con Ciku e Bradipo. Questo è uno dei più grandi Capolavori di Scorsese, senza se e senza ma.
    Film GIGANTESCO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah giuseppe, 3 a 0 e porta a casa. James, proponi un film che in teoria sei il primo o secondo della lista.

      Elimina
  5. credo sia uno dei pochissimi film del DIO Scorsese che mi manca di vedere, ma credo che lo lascio li dov'è, non ho dubbi che sia ben girato, gli attori sono tutti ottimi, ma è un genere di film che non mi alletta particolarmente.

    Per me il top di Scorsese rimangono (a pari merito) Casinò e Cape Fear

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proponi un film anche te Myers ma devi sapere che poi non mi faccio influenzare dall'amicizia eh, si è visto con Ciku.
      Quindi se vuoi rischiare un Freddy vs Jason vedi te...

      Elimina
    2. se non ti piace il genere lascia perdere, poi ti senti solo in colpa di non averlo apprezzato...

      Elimina
    3. ok dai, se ti capita di vedere Freddy vs Jason... se fai la rece verro subito a commentarla.
      Non saprei dirti se il film faccia al caso tuo, come ti dicevo in precedenza devi amare lo slasher e le due icone in questione altrimenti boh....

      Vedi tu ;-)

      Elimina
    4. No Myers, sei te che mi devi proporre un titolo, io ho solo pensato che potesse essere quello. Ma dimmi quello che vuoi :)

      Elimina
    5. ok allora ti propongo ufficialmente Freddy vs Jason :-)

      Elimina
  6. Capita a fagiolo quest'idea: io ti richiedo la recensione de "La 25sima ora" ;)

    Gianluca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Moooooolto volentieri questo Gianluca.

      Il tuo problema è che con l'anonimo non entrerai mai nel numero commenti, dovrò aspettare sigh...

      Ciao!

      Elimina
  7. Va bene così? :)

    RispondiElimina
  8. Adoro questa rubrica!
    Mi piacerebbe tanto leggere una tua recensione di uno dei primi film di Peter Jackson, sgangherati e creativi spatter movies: diciamo uno fra "Splatters Gli Schizzacervelli" (titolo originale "Dead Alive") o "Bad Taste".
    Se dovessi scegliere il primo, per favore cerca di non giudicare il criminale doppiaggio Italiano (col quale sono state addirittura aggiunte battute idiote che non erano presenti nell'originale).
    Ti ringrazio in anticipo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volentierissimo Jacopo.

      Splatters lo vidi all'epoca, vado con Bad taste che non ho mai visto e mio fratello dovrebbe già avere in chiavetta

      grazie a te :)

      Elimina
  9. allora

    bradipo: un cuore in inverno (mortacci sua)

    myers: freddy vs jason

    gianluca: la 25°ora

    alessio: le conseguenze dell'amore (da confermare)

    jacopo: bad taste

    per ora son questi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosi' su due piedi, scommetto che "la 25° ora" ti piacera' moltissimo, forse anche "un cuore in inverno" (che ho visto molto tempo fa), gli altri due non li ho visti.

      Elimina
    2. Non hai visto Le conseguenze dell'amore?

      Ma che sei impazzito?

      La 25° ora me lo sento caldo anche il.

      Un cuore in inverno, nomen omen, molto freddo

      Elimina
    3. visto che oggi mi sento buono ecco quello che ho scritto su questo film, uno dei pochissimi 10 del mio blog (http://bradipofilms.blogspot.it/2012/05/un-cuore-in-inverno-1992.html)...su su...datti da fare...che fai apri le rubriche e poi le lasci morire lì?

      Elimina
    4. Ma lo sai che non leggo previa visione!

      O.k, o.k, ma è comunque un sentimentalone cavolo...

      mi dici dove vederlo in streaming senza dover installare chissache?

      O comunque un modo per vederlo senza problemi?

      10, cazzo, che delusione ti darò... :)

      Elimina
  10. in che senso da confermare? cmq se ti sembra un pò troppo comune (in effetti lo è) come film ne avrei un altro un pò meno famoso che mi piace un casino: el topo di jodorowsky

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, dicevo conferma perchè quando me l'hai proposto non eri sicuro l'avessi visto. Poi siccome non solo l'ho visto ma amato alla follia e lo conosco a memoria non sapevo se confermavi.
      Ci penso, recensirlo non sarebbe male.
      In caso contrario El Topo. Ma Jodorowski è durissimo, lo sai...

      Elimina
  11. Ma sì allora è la mia risposta definitiva, confermo a l'accendiamo :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben volentieri.
      Il voto è 9 comunque :)

      Elimina
  12. Le vite degli altri o The Artist. Tutti e 2 le trovi in camera mia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dubbio amletico tra il recensire quello che considero un capolavoro ma non è nel blog o uno nuovo.
      Forse andrò con The Artist.

      Elimina
  13. Eccomi! E' qui che si prende il numeretto?
    Anvedi la fila di gente che c'e' davanti! C'e' un cristo da aspettare!
    Vabbuo' quando sei pronto chiama che se ne riparla,ci devo pensare e tanto di tempo ce n'e' d'avanzo. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah, sì, una fila immensa, hai ragione :)

      ma io ti avevo scritto che per farmi ripagare ti mandavo avanti a tutti...

      ma c'è tempo, hai ragione :)

      Elimina
  14. bellissima idea! devo pensarci bene, mi vengono in mente 2-3 film, ma se li hai già visti non vale...: "l'assassinio di jessy james per mano del codardo...", "sin city", "buffalo 66". facciamo così, ti ripasso la palla e intanto ci penso meglio, nel senso che se t ho incuriosito con un titolo va bene, ma forse posso trovarne uno che voglio sia proprio recensito da te.. ci devo pensare via

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me non deve star bene quello che mi chiedi, altrimenti questo primo di Ciku nemmeno sotto tortura.
      Devi scegliere te e accenderne uno o al massimo due.
      Forse vado a vedere Refn stasera, non lo so.

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao