24.3.11

Recensione: "Halloween (1978)"


Per una sorta di coerenza autorichiesta, non posso non approcciarmi al cult di Carpenter nello stesso modo con cui l'ho fatto con La notte dei morti viventi di Romero, dimenticando cioè un attimo il posto nella Storia che merita il film per analizzarlo un pò più freddamente.
Anche in questo caso siamo davanti ad uno dei 4,5 capisaldi del genere, argilla sulla quale sono stati modellati molti golem successivi. Tra l'altro, qui non si è ricorso ad un archetipo (come lo zombie) ma si è creato dal nulla uno dei più grandi (con Jason, Leatherface e Freddy) cattivi horror di sempre, Michael Myers. Da notare come in 3 dei 4 casi citati (ma si può forse dire in tutti e 4) il tratto caratterizzante dei mostri è la maschera, tanto che possiamo definirlo quindi l'elemento horror del secolo. Addirittura trascende forse la stessa caratterizzazione dei vari personaggi, in alcuni casi molto debole, ma basta da sè, ci ricordiamo più di come sono che di quello che fanno.
Come Romero, Carpenter affronta la fatica alle soglie dei 30 anni, e, non nascondiamoci, si vede benissimo. I dialoghi son banalotti (3/4 futili e ripetitivi), gli accadimenti un pò immaturi, il ritmo molto statico con Myers che per un'ora pedina le vittime senza che accada granchè o la tensione salga alle stelle, gli effetti speciali (intendo negli omicidi) praticamente inesistenti, fuori camera. C'è un simpatico climax riguardo il volto di Myers dato che lo vediamo una decina di volte sempre qualche metro più vicino.

Risultati immagini per halloween 1978

Però una regia mirabile con quelle carrellate e panoramiche sui lunghi viali alberati e soprattutto il meraviglioso piano sequenza iniziale in soggettiva (culminante in uno zoom indietro con il quale vediamo che l'assassino era un bambino - ripeto- sequenza meravigliosa), le incredibili e indimenticabili musiche e il già citato colpo d'ingegno nella creazione del villain possono farci senz'altro parlare di grande opera, non grandissima in sè, ma in un certo senso pioniera di tanta roba.
Personalmente (ho 34 anni) Halloween è una delle pellicole del cuore perchè in un mondo in cui ancora si provava paura (e anche tanta) Myers era uno dei nostri baubau più temuti. Ora i ragazzi son anestetizzati, vedono i morti ammazzati per strada in rete, le opere più estreme. La paura, quella vera, quella atavica, quella semplice e genuina, non sanno manco cos'è. Beati loro.
O beati noi?

( voto 7 )

7 commenti:

  1. Grande film, questo.
    Il piano sequenza iniziale e la testa inclinata di Michael sono due supercult.

    RispondiElimina
  2. Sì James, quel piano sequenza è clamoroso, in soggettiva rende ancora di più. Per il resto è uno dei miei film horror preferiti ma più per tutto quello che rappresenta e ne è venuto fuori che per la pellicola in sè. Prova a riguardarla, magari mi sbaglio.

    RispondiElimina
  3. Grande film per molti aspetti:
    1 la prima scena rimarrà per sempre nella storia del cinema,fantastica.
    2 bellissima ambientazione
    3 Colonna sonora clamorosa,la piu bella di sempre secondo me. Guardare il film senza quella musica perderebbe piu del 50 per cento. Azzeccatissima.
    4 Bellissima la scena di micheal con la testa inclinata.
    5 Il detective è strepitoso,mi fa morir da ridere in senso buono.
    6 Primo horror credo che ha usato una maschera per l'assassino,una maschera semplice perdipiù,bianca,senza lineamenti,ma forse anche per questo inquietantissima!!!! hanno creato un "genere" se non sbaglio poi copiato come gia scritto sopra da jason,ecc.
    per un attimo si vede anche la faccia di micheal,viso praticamente anonimo...
    7 il respiro... altra piccola ma grandiosa invenzione.
    8 Il mistero: Non sappiamo praticamente niente di michael,com'è,che carattere ha,addirittura non conosciamo neanche la sua voce,ma come detto prima solo il respiro. e tutte queste cose insieme alla favolosa musica creano mistero e tensione.

    Tutto il resto è roba da poco: dialoghi scolareschi,mostro che viene ucciso con stampella e quando è a terra non viene "finito" e questo succede almeno un paio di volte se non tre e noi li a gridare "ammazzalo scema!!! Ammazzalo",ragazzi che fanno l'amore in tre virgola cinque secondi per di piu a casa di un'altra famiglia,sul letto dei genitori della bambina,mah. ecc ecc
    bella però anche la scena quando micheal entra in camera con il lenzuolo e gli occhiali!!!
    Insomma un film da 10 e da 4 nello stesso tempo,quindi giusto il 7 e non dimentichiamoci che è il film che ha aperto un'epoca!!!

    RispondiElimina
  4. Cazzarola, gli hai fatto la lastra completa! bravo, condivido anche le virgole.

    RispondiElimina
  5. Ho rivisto oggi questo film dopo tantissimi anni (mi aveva terrorizzato da ragazzino) e devo dire che e' invecchiato bene. Concordo pienamente con la recensione di Oh Dae-Soo e con il commento di AP.

    Se volete perdere 2 minuti, sul film ho scritto anche un breve post con alcune considerazioni:

    http://jacopospot.blogspot.it/2012/05/film-che-ho-visto-halloween.html

    RispondiElimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao