3.8.10

Recensione: "Visitor Q"


Risultati immagini per visitor q poster

Si dice, e il tutto mi sembra plausibile e quasi ovvio, che se decidiamo di suicidarci ma non ci riusciamo, vuoi per un ripensamento nell'ultimo istante ( che non sarà più l' Ultimo) vuoi per essere in qualche modo sopravvissuti all'inumano gesto, si dice che da quel momento la nostra vita verrà apprezzata enormemente di più, e vissuta in un'ottica completamente diversa.

Visitor Q non è altro che la metafora di del tentato omicidio/suicidio di un'intera famiglia sventato grazie all'intervento di un esterno, il Visitatore, personificazione (forse) di una coscienza personale e collettiva finalmente venuta fuori.
La famiglia Yamakazi è completamente distrutta e snaturata. In un micidiale circolo di violenza e vizio ogni componente è in qualche modo legato all'altro soltanto attraveso legami aberranti, che siano percosse ( figlio alla madre), sesso ( padre alla figlia) indiffernza reciproca ( 2 adulti) e totale assenza di amore ( figlio-padre). Come dicevo siamo oramai sull'orlo del baratro e il suicidio familiare ( in realtà plurimo omicidio di uno con l'altro) è ormai ad un passo. Molte volte per svegliarsi si ha bisogno di un forte scossone, emotivo o fisico che sia. Questo scossone sarà rappresentato da un giovane ragazzo, il visitatore del titolo. Ed ecco che la madre, vera e propria ultima ruota del carro, diventerà al contrario figura letteralmente decisiva. Tutto il filo psicologico che regge il film è legato all'importanza della maternità. Quando il visitatore strizzerà i capezzoli della donna lasciando finalmente uscire la maternità (il latte) così a lungo represso negli anni, la donna capirà finalmente il suo ruolo e funzione. Acquisirà come una nuova aurea per la quale anche i suoi familiari, soltanto vedendola, sentiranno il bisogno primordiale e umano di legarsi a lei fino a sfociare nel finale in cui tutti e 3 ( due dal seno, uno nuotando nel latte materno caduto per terra) si nutriranno da essa. 

Risultati immagini per visitor q

Tutte le scene immonde e squallide all'interno del film non sono altro che reificazioni di questa mancanza d'affetto, di questo distacco materno che colpisce i protagonisti. E l'atmosfera surreale è quella giusta per manifestare questa duratura perdita d'identità familiare, questo vivere nel mondo ma fuori di esso. Non mancano le scene sbagliate, su tutte l'omicidio dei teppistelli, che provoca in chi la vede un senso di irrealtà non provata prima, molto diverso dalla surrealtà sempre presente e imperante. Peccato, perchè malgrado l'incredibile accozzaglia di nefandezze ( omicidio, violenza, stupro, incesto, pedofilia, necrofilia, prostituzione, droga, etc..) presenti, il film di Miike presenta una sorprendente verosimiglianza, un senso di realtà, labile ma indissolubile. Grandissima come detto la forza metaforica, specie nel finale e nella scena dei pezzi del puzzle (usati dal visitatore a mo di briciole di Pollicino per portare la madre da lui, nella scena che culminerà con lo strizzamento dei capezzoli). Il puzzle sono i pezzi della famiglia da ricomporre e non a caso si fermano sulla foto della figlia da riconquistare e riportare a casa (abita e si prostituisce fuori casa), ritratta nel peccaminoso Morso della Mela.

Ottimo film , forse capolavoro, poetico nello squallore, come una lettera d'amore cosparsa di sangue e merda.

( voto 7,5 )

24 commenti:

  1. scusa il fuori tema, ma volevo farti i complimenti per i post su LOST, soprattutto l' ultimo ç_ç te l' ho anche commentato, ma volevo ribadire bene quanto condivido ciò che hai scritto!!!
    anche noi abbiamo finalmente scritto il nostro elogio alla serie, cè voluto parecchio tempo per essere abbastanza lucide da riuscire a scrivere qualcosa di sensato e non solo "LOST TI AMEREMO PER SEMPRE" XD

    *Asgaroth

    RispondiElimina
  2. Ti ringrazio. A tempo perso, 1 al giorno, leggiti i commenti perchè sono venute fuori cose davvero interessanti anche di altri ragazzi. Comunque ho trovato il modo di mettere il vostro link come gadget. Come avrai visto il mio blog è molto spartano dato che non sono un mago con la grafica... Ciao, a presto.

    RispondiElimina
  3. Non so poi se avete letto quello riferito solo all'ultima puntata (l'ultimo della pagina). E' stato scritto di getto poche ore dopo la fine, ma se ha un merito che mi posso riconoscere è quello di aver capito perfettamente sin da subito il finale. So che non era difficilissimo, ma avrai notato le stron.. che hanno scritto molti blog, tra cui 2 epocali come dire che in realtà erano tutti morti sul disastro (desunto dalle ultime immagini dei detriti) oppure che TUTTO Lost era un sogno di Jack da quando aveva aperto gli occhi a quando, purtroppo definitivamente, li ha richiusi.

    Sono molto contento che 2 ragazze, perlopiù molto giovani come voi (almeno credo) abbiano seguito e amato Lost, e soprattutto non l'abbiano abiurato dopo la fine come hanno fatto tanti. Ciao!

    RispondiElimina
  4. altro capolavoro di miike. recensione come al solito ben fatta, forse per me e' un 7 ma non importa.
    solo io ho notato leggere analogie con teorema di pasolini?

    -ma7

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io senz'altro non le ho potute notare visto che non ho visto Teorema.
      Ma guarda, vista la preparazione che hai mi fido al 100% :)

      Elimina
    2. pasolini e' un'altro stile sicuramente, ma io amo la sua regia e i suoi film. e ti consiglio di approfondirlo, magari partendo da teorema, o magari partendo dal leggere i libri (;

      -ma7

      Elimina
    3. Pasolini è un buco che o lo colmi per bene o è meglio non colmarlo

      merita un'attenzione massima, merita tempo

      speriamo un giorno lo trovi

      Elimina
  5. Commento a caldo:
    Che stronzata di film

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento a freddo:
      Che stronzata di film

      Proprio non riesco a trovarne il senso.
      La tua recensione è mille volte superiore al film stesso e complimenti per la lettura che gli hai dato, che lo fa sembrare un film degno di visione. Poi nei fatti non lo è, ma poco importa.
      2/3 scene che m'hanno fatto ridere ci sono state però, meglio di niente.
      I capezzoli stritolati... quella godeva ed io soffrivo.

      Elimina
    2. te che vedi visitor q non ha senso, me sa c'ha colpa claudio, pochi film sono così lontani da te come questo

      credo di aver visto 5 Miike, reputo ancora questo come il più bello, l'unico, forse, che mi è veramente rimasto addosso

      comunque grazie

      Elimina
    3. No, no, Claudio non c'entra. Era nella promessa.
      Boh, ichi the killer mi era piaciuto un sacco, questo zero proprio. E vabbè, ci sta.
      Solo che 2 giorni 2 film che non mi sono piaciuti... mmm, mi sa che stasera leggo :D

      Elimina
    4. eh, ma il fatto che fosse nella promessa col fatto che magari era colpa de claudio non va in contraddizione ;)

      va al cinema a vedè Scorsese

      Elimina
    5. Ahah, no, anzi, appena gli ho detto che guardavo visitor q mi ha scritto: "io rido". Se l'aspettava pure lui la bocciatura insomma.
      Mercoledì, a 3 euri.
      Tu sei andato?

      Elimina
    6. oggi, domani o mercoledì

      appena trovo compagnia, lavorando di notte posso andare

      beh, bocciatura scontata ;)

      Elimina
    7. Io andrò da sola a meno che una mia amica non decida di accodarsi. La cosa un po' mi spaventa, vista la durata del film e il tema abbastanza pesante :D poi lo danno nel cinema peggiore della città, vedremo.

      Elimina
    8. Per Visitor Q ha fatto tutto lei infatti :) E t' è andata bene che non hai scelto Gozu.
      Io semmai avrò colpa per la scelta di Himizu come Sion Sono ultima chance per lei, ma l' altra opzione era Guilty of romance e lì avevo la certezza che il secondo non le sarebbe piaciuto :D

      Elimina
    9. Mmm, te mi stuzzichi però.
      Adesso voglio vedere sto film.

      Elimina
    10. Ma Gozu dici? Altrimenti c' è Izo che è quello che ritengo il capolavoro di Miike, tu mi sa che avrai pareri differenti ahah (almeno lì sarai in buona compagnia).
      Per Sono come ti ho detto 'ndo cogli cogli, se a te non va giù c' è poco da fare.

      Elimina
    11. Il punto è che più mi dite che un film non fa per me è più lo voglio vedere. Poi c'avete quasi sempre ragione, però devo provarlo sulla mia pelle :D
      Tra ichi che ho adorato e visitor q che ho detestato in mezzo posso metterne un altro. E poi anche qui finisce la conoscenza con Miike.
      Dai, sono fiduciosa con Sono.

      Elimina
    12. E allora vai con Izo, sono entrambi antinarrativi, ma Izo di più, è un' esperienza (poi il tipo di esperienza dipende da te :) ).

      Elimina
    13. Forse Izo può piacermi, Gozu, no!
      Di nuovo tette stritolate ecchecazzo di fissazione.

      Elimina
    14. Il trailer di Izo è fuorviante :) (in Gozu ci sono anche mestoli nel culo, se può farti propendere per una visione o per l' altra :D )

      Elimina
    15. Ahaha, rimaniamo su Izo.
      I mestoli lasciamoli in cucina :D

      Elimina
    16. izo e gozu mancano anche a me

      ichi lo reputo sopravvalutatissimo

      ma mafari dovrei rivederlo, me l'avevano presentato come uno dei film più belli del decennio

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao