2.5.10

Recensione: "Birdy"



Risultati immagini per birdy film poster

L' orrore della guerra e delle sue conseguenze, fisiche e psicologiche; la bellezza eterea del Volo, sogno millenario e mai sopito dell' Uomo: è tra questi 2 estremi che si muove il bellissimo, difficile, intenso Birdy di Alan Parker.
" Si sono presi il meglio di noi" sussurra Al (Cage) nel meraviglioso monologo/dialogo finale al suo grande amico Birdy (un immenso Modine). La guerra. il Vietnam si è preso il meglio di un'intera generazione, morta, ferita, deturpata o impazzita a causa della guerra. Ed anche ragazzi di una purezza quasi irreale, come Birdy, ragazzi con il semplice sogno non tanto di volare come gli uccelli, ma di ESSERE uccelli, ragazzi che alle attrazioni, contingenze e pericoli della vita terrena preferirebbero un'altra vita, quella aerea, anche questi ragazzi, inevitabilmente, hanno dovuto in quel periodo scontrarsi con la realtà, la durezza e l'orrore della guerra, rimanendone devastati . E allo stesso tempo le terribili ferite al volto riportate da Al non sono diverse dal trauma di Birdy, sono sempre ferite, nella pelle o nell'anima, ma comunque indelebili.
Particolarissimo lo stile narrativo, ora super partes, ora focalizzato su Cage, ora su Modine con un continuo spostamento del punto di vista. Regia classica ma con punte liriche come la nascita del canarino o come il bellissimo volo della mente di Birdy, ripreso tanti anni dopo da Amenabar in Mare Dentro. Lo stesso volo, la stessa mente che viaggia, la stessa farfalla che parte dall'ingombrante scafandro del nostro corpo e vola libera, dove nessuno ha il permesso e la capacità di poterla fermare.

P.S: Scandaloso che un attore come Modine che ha debuttato negli anni 80 in maniera quasi devastante con Birdy e Full Metal Jacket, non abbia fatto più NIENTE di livello in seguito.



( voto 7 )

2 commenti:

  1. Sono felice di poter postare il primo Lazzaro-commento su questo film che non vedo da tanto ma che è uno dei motivi per cui non smetterò mai di sostenere Nicholas Cage no matter what (ovvero: chissene se ha fatto della roba orribile) (l’altro grande “salviamo NC” è Cuore Selvaggio). Molto bello, Modine nel suo silenzio dice più di quanto si possa fare a parole sull’Orrore. Nella mia top 10 dei film che mi sono rimasti nel cuore, senza dubbio. D’accordissimo sul discorso dell’Innocenza, che èun po’ la terza protagonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, è un film così importante per te?
      Mamma mia che rece incompleta, credo la più corta che abbia mai fatto.
      Son contento che questo "resuscitamento" sia stato fatto da una che ci teneva al morto così tanto :)
      Cage ha fatto roba buonissima, senz'altro

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao