24.4.10

Recensione: "La Città verrà distrutta all'alba" (2010)



Ormai il viral movie è diventato, a sua volta, un virus che si sta propagando nel mondo facilmente infettabile del Cinema. Dall' Hollywoodiano "Io sono Leggenda" al misconosciuto "The Signal" questo sottogenere dell' Horror e del Thriller è senz'altro il più battuto, insieme probabilmente al Torture. Questo remake dell'originale di Romero è senza dubbio uno dei migliori esponenti, almeno in questi ultimi 5 anni.
Il virus, propagatosi con l'acqua potabile, non trasmette una "zombiasi", ma una pazzia omicida. Il Governo è cosciente dell'accaduto essendo il virus una sua arma non convenzionale che, a causa di un incidente aereo, va a finire in una piccola comunità rurale. Bisogna intervenire, in fretta e in maniera drastica...
Ottima la regia che alterna sapientemente i campi lunghi della zona agricola, con gli stretti spazi interni dove può sempre nascondersi un crazy, un infetto. La tensione non è al massimo (del resto non siamo di fronte a un horror, bensì a un apocalittico), ma sono più di una le scene da brividi, specie nella funeral home, e quella dell'uomo con il rastrello. Buone le interpretazioni, non esagerato ma riuscito il make up degli infetti. Film americano ma antiamericano nella figura dell'esercito spietato che rende quasi ineluttabile un'assurda "soluzione finale".

Risultati immagini per la città verràdistrutta all'alba

Come sempre, gli errori, incongruenze ed esagerazioni di sceneggiatura abbondano ma si possono perdonare o addirittura sorvolare in una pellicola che dall'inizio (scena nel campo da baseball) alla fine (bomba atomica) mantiene sempre un buon livello e un'alta soglia di attenzione. Il film presenta praticamente 3 finali, uno spettacolare, uno imprevisto (ma, paradossalmente, forzato) ed uno durante i titoli di coda, molto misterioso, che a mio parere sarebbe stato meglio evitare. Ultima annotazione sul titolo italiano. Sono molto combattuto perchè se da un lato mi suona magnifico, dall' altro mi sembra troppo traditore dell'originale e troppo evocatore di quello che succederà. Del resto questa traduzione si ebbe già con l'originale e forse è stato giusto mantenerla.

( voto 7)

4 commenti:

  1. È abbastanza raro leggere recensioni positive di questo remake, ma la penso esattamente come te. Un film ben girato, onesto e senza troppe pretese, e che ha abbondantemente superato le mie aspettative. L'originale di Romero poi non mi era piaciuto molto...

    RispondiElimina
  2. Rarissimo. Ci vuole sempre obbiettività per recensire film, chi "distrugge" questo non è in perfetta buona fede oppure vuol fare il ganzo. Può benissimo non piacere, anche considerarsi bruttino, ma definirlo orrendo ce ne vuole. E poi è un caso quasi unico di remake migliore, come giustamente sottolinei, ciao!

    RispondiElimina
  3. L'ho rivisto poco tempo fa, un pochette sopra la sufficienza ci sta tranquillamente. Ma la scena finale, dio che nervi, è dagli anni 80 che questi finali non vanno più di moda! Oltre a sapere terribilmente di già visto è anche stupido! Se li hanno scoperti che bisogno c'è di radere al suolo un'altra intera città? Basta ammazzare loro due <_____< dovrebbe lasciarti con l'amaro in bocca, ma casomai riesce a strapparti un "mavaffangul".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio, a vedere la data sono più di 5 anni, fatico a ricordarmi il finale.
      O meglio, un pò lo ricordo ma probabilment in maniera sbagliata allora (mi pare distruggessero la citttà perchè ormai contaminata ma mi arrampico).
      Sì, però i finale è finito non finito sono odiosi, è vero, a meno che son scritti bene e non solo per fare un inutile colpo di cosa a cazzo

      Elimina

due cose

1 puoi dire quello che vuoi, anche offendere

2 metti la spunta qui sotto su "inviami notifiche", almeno non stai a controllare ogni volta se ci sono state risposte

3 ciao